28/11/2016

Transport Hackathon: nascono idee anche per affrontare l'allerta meteo

Durante la due giorni dedicata alla Smart Mobility, sono stati presentati progetti applicabili alla prevenzione in caso di condizioni meteorologiche avverse e a situazioni d’emergenza

Lo scorso 26 e 27 Novembre l'I3P ha ospitato la Transport Hackathon: due giorni sviluppo dedicati alla mobilità e a trovare nuove soluzioni per migliorarla e renderla smart. L'evento è stato promosso dall'Autorità di Regolazione dei Trasporti, interessata a sviluppare soluzioni innovative per rendere più efficienti i servizi e le infrastrutture del trasporto, con l'attività di monitoraggio, per esempio, che consentirebbe la razionalizzazione delle risorse e il miglioramento dei servizi.

Diversi i progetti presentati, diversi i livelli di sviluppo, e tra videogame anti-noia e scatole nere low cost, sono state ipotizzate possibili applicazioni anche per la prevenzione o la gestione di calamità naturali come le alluvioni. In che modo? Sia utilizzando tecnologie di identificazione e segnalazione dei rischi di tipo automatizzato, sia puntando sulla partecipazione degli utenti. Difatti, passata l’ondata di maltempo in Piemonte, è tempo non solo di contare i danni, ma anche di pensare a soluzioni per prevenirli e gestirli. È quello che è successo questo fine settimana dedicato alla Smart Mobility.

 

Vince il social travelling

Ad aggiudicarsi la vittoria della Transport Hackathon è stata Yamgu, piattaforma di social travelling che aiuta le persone a vivere le città e a programmare i propri viaggi in modo smart creando percorsi ed itinerari personalizzati aggiornati in tempo reale. In particolare Yamgu integra il sistema di acquisto elettronico di biglietti ferroviari e utilizza gli open data relativi alle condizioni meteo per suggerire mete adatte al momento della giornata e al clima: se fa bello suggerisce visite ai parchi, se fa brutto predilige musei. Grazie alla tecnologia già implementata potrà integrare push notification di allerta meteo.

Monitoraggio social di argini e strade

L'acqua del fiume sta salendo? C'è un ramo caduto che ostruisce il passaggio? Tutti casi plausibili in caso di maltempo. Una soluzione la propone la terza classificata WeAct, piattaforma di segnalazione civica che punta a coinvolgere il maggior numero di persone possibile per risolvere i problemi delle comunità. L'app consente ai cittadini di condividere foto e video riguardanti la prevenzione di un problema o la segnalazione di un pericolo, in modo tale da permettere una manutenzione preventiva o d'emergenza, arginando i rischi di esondazioni in caso di forti piogge, per esempio.

Misurare l’intensità della pioggia da foto e filmati

Anche WaterView tra le startup presenti: una tecnologia innovativa in grado di rivoluzionare la raccolta dati in ambito meteorologico. A partire dalle strisce lasciate dalle gocce d’acqua in filmati e fotografie provenienti da macchine fotografiche, telecamere, webcam o smartphone, l'algoritmo messo a punto dalla startup riesce a restituire un'indicazione precisa dell'intensità della pioggia. Tutti dati di fondamentale interesse per diversi settori, dagli operatori della protezione civile alla gestione e controllo della viabilità; dai fornitori di servizi meteo ai consorzi agricoli.

Videogame anti noia: socializzazione e targeting

Al secondo gradino del podio Serial Chiller, un videogame multiplayer per dispositivi mobile utile a difendersi dalla noia nell'attesa del proprio mezzo di trasporto. Da una parte il gioco ti permette di vedere e contattare chi ha combattuto con te nella battaglia anti noia, dall'altra potrebbe essere un utile strumento per le società dei trasporti per la profilazione di viaggiatori abitudinari sulle stesse tratte. 

WiPark e Scatola Ottanio: quarto posto ex aequo

Trovare parcheggio in città è sempre più difficile, così WiPark prova ad innovare la sosta su strada con un'app, rendendo la ricerca più agevole e utilizzando il meccanismo di sharing data. Dalle mobile app all'Internet of Things, Scatola Ottanio innova il concetto di scatola nera: è un prototipo low cost per la raccolta dati, che sfrutta i vantaggi dell'IoT e del cloud ed è installabile su tutti i mezzi a trazione umana. La batteria? Non è un problema, dura anni.

 

RASSEGNA STAMPA

Impresa Mia - Maltempo. Startup per monitorare e ridurre i rischi di frane e alluvioni: le nate in I3P

Help Consumatori - Autorità Trasporti: “Transport hackathon”, vince il “social travelling”

Askanews - A Torino arriva Transport Hackathon, idee per innovare la mobilità

Innovazione del Web - Chi vince il «Transport Hackathon»

Rai TG Piemonte - Servizio tv (dal minuto 6'30")

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK