11/05/2016

Facebook Ads e Google AdWords: dove investire?

Autore: Arianna Giannatempo

I contenuti di questo post sono stati presentati
dalla web-agency WNDR durante l'evento
Facebook Ads vs. Google AdWords: dove è meglio investire?

 

 

Il web è un mondo in continua evoluzione e diventa sempre più importante anche per le startup che vogliono lanciare un servizio web imparare ad orientarsi in questa grande arena chiamata digital advertising. Sei alle prime armi col web marketing e vuoi provare a capirci di più? Termini come prescrittori, lead generation e paid search non ti dicono nulla?

Niente paura: alla fine di questo articolo, dopo nozioni e miti da sfatare, avrai le idee più chiare. 

Partiamo con una domanda semplice: come posso ottenere visibilità online? Principalmente in due modi:

  • rendendo il tuo contenuto virale (portata organica);

  • attivando campagne di digital advertising (portata a pagamento).

La prima opzione si fonda sull'attivazione del cosiddetto word of mouth (il passaparola, per intenderci!) e prevede il coinvolgimento dei brand ambassador (o prescrittori), che vedono quel contenuto e spontaneamente iniziano a condividerlo, fino ad innescare quel meccanismo di viralità che è il sogno di tutti i social media manager. Ma attenzione: la viralità è un'arma insidiosa, non importa quanto impegno tu ci metta per ottenerla, spesso si innesca senza preavviso e non risponde a regole precise. 

Quindi, un'alternativa per aumentare la visibilità dei contenuti è investire in una strategia di advertising accurata, studiata e monitoratabile. Cosa vuol dire tutto questo? Che occorrerà investire un budget in questa attività. Niente panico: sfatiamo il mito che servano migliaia di euro per fare pubblicità online. Tutto ciò che occorre è:

- una buona pianificazione;

- una targetizzazione ottimale;

- una visione realistica degli obiettivi da raggiungere. 

A questo punto resta da decidere in quali canali andare ad operare. 

SCOPRI ALTRI EVENTI

FACEBOOK ADS e GOOGLE ADWORDS 

Guardiamo più da vicino le due principali piattaforme: Facebook Ads Google AdWords. 


👉 Facebook Ads è la piattaforma che gestisce le inserzioni pubblicitarie sull'omonimo social network.

👉 Google AdWords è il servizio di advertising online che permette di inserire spazi pubblicitari all'interno delle pagine di ricerca di Google.


Per capire su quali delle due è meglio investire, introduciamo le loro principali caratteristiche e gli strumenti messi a disposizione degli utenti. 

Gestione inserzioni e Power Editor: i tool di Facebook Ads

Oggi Facebook, coi suoi algoritmi, ha ridotto all'osso la portata organica dei contenuti (quella gratuita): ottenere un importante reach organico, difatti, era molto più semplice qualche anno fa. Così talvolta è necessario ricorrere ad una strategia a pagamento, utilizzando gli strumenti che il social network ci mette a disposizione. 

Gestione inserzioni: si tratta di quel box che appare sul margine destro della pagina web quando sei sulla tua FanPage e ti chiede di sponsorizzare alcuni tuoi specifici post o contenuti multimediali. Così accattivante, in realtà sembra essere uno strumento piuttosto dispersivo in termini di spesa e in relazione al target raggiungibile.

Power editor: strumento molto più efficiente che va a monitorare gli interessi degli utenti sul social network più famoso e utilizzato al mondo. Si sa: Facebook conosce tutto di noi. Ogni commento, condivisone o reaction che piazziamo sotto i post viene monitorato ed offerto (in modalità anonima) alle aziende.

Puoi sfruttare questi strumenti per accrescere la consapevolezza del tuo brand (brand awareness), tramutare click
anonimi in click qualificati (lead generation) conoscendo i principali dati del tuo contatto, ottenere conversioni

Paid Search e Display: i tool di Google AdWords.

Google AdWords è uno strumento di advertising molto più complesso: una campagna necessita di più tempo e impegno per poter essere ottimizzata. 

Col Paid Search si cerca di posizionare la propria attività nelle prime posizioni quando un utente digita determinate parole chiave. 

Con Rete Display si intendono i banner pubblicitari che compaiono durante la navigazione nei servizi offerti da Google (motore di ricerca, blog, YouTube, ecc.).

Dunque, cosa differenzia le due piattaforme di advertising? Quali obiettivi si raggiungono? Dove è meglio investire? 

Le principali differenze tra le piattaforme di web advertising

  Facebook Ads Google AdWords
Ottimizzazione

Dura poche ore

Una campagna rende al massimo 15/20 giorni.

Richiede tempo, anche mesi.

È necessario fare moltre prove per individuare le parole chiave che meglio identificano l'azienda.

Bisogni utente

Suggerisce un bisogno all'utente: mentre navighi sul social network appaiono sul tuo wall le sponsorizzazioni di prodotti o servizi.

Intercetta l'utente nel momento in cui sta manifestando un bisogno e gli propone una soluzione: quante volte hai cercato sushi torino su Google?.

Costi

S presta per test di adv anche con budget limitati.

Grazie alla grande mole di dati a disposizione della targetizzazzione e all'accurato sistema di reportistica integrato (Insight).

La spesa è più alta e non è la soluzione migliore in un primo momento.

Occorre fare test per capire il target di riferimento e come posizionarsi nei confronti di esso. 

 

In conclusione, ogni piattaforma è valida in base agli obiettivi che si vogliono raggiungere ed il budget va ridimensionato agli stessi. Non è impossibile realizzare una campagna AdWords con un piccolo budget, basta puntare a fare presidio delle proprie parole chiave (keywords su cui c'è meno concorrenza). Su Facebook Ads si possono raggiungere risultati sorprendenti con una ottimizzazione dettagliata del target di riferimento: più piccolo ma più efficace dal punto di vista qualitativo. 

 

SCOPRI ALTRI EVENTI



Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK