Biosphera 2.0 in I3P: l'inaugurazione della sesta tappa

Martedì 18 ottobre 2016
ore 14,30
presso Sala Agorà, I3P, via Pier carlo Boggio, 59. 

 

Dopo Courmayeur, Aosta, Milano, Riccione e Cuneo è la volta di Torino: Biosphera 2.0 approda presso I3P ed il prossimo 18 ottobre, alle ore 14.30, presso la Sala Agorà dell’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino I3P, si terrà l’inaugurazione ufficiale della sesta tappa, con la presentazione del progetto agli studenti e all’ecosistema di imprese e stakeholdes torinese.

IL PROGRAMMA

Ore 13,30 BIOSPHERA 2.0 PRESS EVENT c/o BiosPHera
Presentazione del modulo Biosphera 2.0 riservata agli organi di stampa e visita guidata al modulo abitativo con gli studenti del team WoodLab del Politecnico di Torino e i promotori del progetto.


Ore 14,30 CONFERENZA c/o Sala Agorà
Introducono:

Massimiliano Ceaglio, Direttore I3P;
Raimondo Donzel, Assessore alle attività produttive, energia e politiche del lavoro della Regione Autonoma Valle d’Aosta;
Roger Tonetti, Presidente Vallée d'Aoste Structure;
Guido Callegari, Politecnico di Torino DAD, co-founder start up be-eco.

Intervengono:
Luca Mercalli, presidente della Società Meteorologica Italiana, direttore di. “NIMBUS”;
Guido Callegari, Politecnico di Torino DAD, co-founder start up be-eco;
Giuseppe Barbiero, UniVda laboratorio Ecologia Affettiva;
Antonio Brunori, segretario generale del PEFC Italia;
Francesco Nesi, Direttore Istituto ZEPHIR Passivhaus Italia;
Milton Generelli, Direttore Minergie Svizzera, Agenzia per la Svizzera Italiana;
Mirko Taglietti, CEO Aktivhaus;
Maria Niccoli, Karen Rizza, Politecnico di Torino team WoodLab.

Ore 18,30 Chiusura dei lavori e aperitivo presso Biosphera 2.0
Visita guidata con gli studenti del team WoodLab del Politecnico di Torino.

IL PROGETTO

BiosPHera 2.0 è un progetto di ricerca nell’ambito del quale per la prima volta verranno monitorati, per un intero anno, dati ambientali e energetici dell’edificio e parametri fisiologici degli abitanti, anche con l'uso combinato di tecnologie indossabili, con lo scopo di definire scientificamente il livello di benessere psicofisico degli utenti all’interno di un ambiente abitativo energeticamente efficiente.

La sfida è garantire il benessere degli abitanti, nonostante gli ambienti a cui il modulo abitativo è stato sottoposto durante il suo roadshow: da -20 della Valle d'Aosta a +40 gradi Celsius di Riccione. Dall'avvio del progetto fino ad oggi sono state ospitate diciotto persone, che hanno contribuito alla ricerca compilando un diario di bordo per documentare sensazioni e percezioni provate nel corso dell’esperienza. E non è tutto: un set di dispositivi wearable per registrare il battito e la frequenza cardiaca, la temperatura corporea, l’attività elettrodermica registrando lo stato emotivo e l’eventuale disagio termico degli ospiti. 

Vuoi essere il prossimo ospite?

Scopri sul sito di BiosPhera come fare.

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
OK